IC SELVAZZANO

IC SELVAZZANO

INTERCULTURA

 

27 Gennaio 2018 Giornata della memoria

Auschwitz_I

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

26 Gennaio 2017 Giornata della memoria

Auschwitz_I

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz, Giorno della Memoriaa, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subìto la deportazione, la prigionia, la morte, nonchè coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Primo Levi,Se questo è un uomo

Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.

16 Settembre 2015 Chiarimenti sull’inserimento all’interno dei Piani dell’Offerta Formativa delle scuole della Teoria del Gender

In seguito anche alle tante richieste di chiarimento avvenute in questo periodo relative alla cosiddetta “Teoria del Gender” si invitano i genitori e i docenti a leggere la Nota del Ministero n.1972 del 15 settembre 2015 che fa chiarezza sulla questione.

Si allega anche una interessante riflessione redatta dal Responsabile dell’Ufficio Scuola della Diocesi di Padova sempre sull’argomento.

19 Aprile 2015 John Mpaliza messaggero di PACE nelle nostre scuole.

bandiera diritti umani“John MpalizaA�Ingegnere informatico di 45 anni, nato a Bukavu, nella parte orientale della Repubblica Democratica Del Congo, da 21 anni in Italia.A�Fino a maggio 2014 ha lavorato come programmatore per il Comune di Reggio Emilia quando ha deciso di lasciare la��impiego. Follia in questo periodo di contrazione del mercato del lavoro? Un azzardo forse, ma ben ponderato e per il raggiungimento di un obiettivo di ben piA? alta fattura che la soddisfazione (per caritA� del tutto onesta) per quanto realizzato e del salario a fine mese. Oggi John A? diventato Peace Walking Man, un camminatore per la pace.” (da Unimondo.org)

Sabato 18 aprile John ha incontrato alunni e genitori delle nostre scuole per portare il suo personale messaggio di PACE e invitare i ragazzi e le loro famiglie a marciare con lui in occasione della 2a Marcia della Speranza per la Pace in CongoA�promossa e organizzata dall’associazione Tumaini. La manifestazione podisticaA�si svolgerA�A�domenica 10 maggio 2015. Siete tutti invitati a partecipare!

John alla chitarra

4 Ottobre 2013 Un minuto di silenzio per le vittime di Lampedusa

Lampedusa, OGGI un minuto di silenzio per le vittime in scuole e università
Il Ministro Carrozza firma circolare: Serve momento di riflessione

Il Ministro dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, Maria Chiara Carrozza, ha firmato e diramato una circolare per invitare scuole, università, enti e centri di ricerca a osservare, OGGI alle ore 12.00, un minuto di silenzio per le vittime della tragedia di Lampedusa.

La tragedia avvenuta oggi al largo dell’Isola di Lampedusa – scrive il Ministro nella circolare – ha scosso l’opinione pubblica con il suo pesante bilancio di morti e dispersi. Siamo di fronte a un fatto terribile che impone una riflessione. Per onorare e ricordare le vittime, si invita pertanto a promuovere, nelle scuole di ogni ordine e grado, nelle università e negli enti e centri di ricerca, l’osservanza di un minuto di silenzio alle ore 12.00 di venerdì ottobre, con l’auspicio che possa seguire un momento di confronto sui temi dell’accoglienza, dell’integrazione e dell’immigrazione, strategici per il nostro Paese e per l’Europa.

27 Gennaio 2013 Giornata della memoria

Auschwitz_I

La Repubblica italiana riconosce il giorno 27 gennaio, data dell’abbattimento dei cancelli di Auschwitz,  Giorno della Memoria, al fine di ricordare la Shoah (sterminio del popolo ebraico), le leggi razziali, la persecuzione italiana dei cittadini ebrei, gli italiani che hanno subito la deportazione, la prigionia, la morte, nonché coloro che, anche in campi e schieramenti diversi, si sono opposti al progetto di sterminio, ed a rischio della propria vita hanno salvato altre vite e protetto i perseguitati.

Primo Levi, Se questo è un uomo

Voi che vivete sicuri
Nelle vostre tiepide case,
Voi che trovate tornando a sera
Il cibo caldo e visi amici:
Considerate se questo è un uomo
Che lavora nel fango
Che non conosce pace
Che lotta per mezzo pane
Che muore per un sì o per un no.